Dittatura Scientifica e Superstizioni Magiche

Number of View: 984

martedì 11 gennaio 2011

Dittatura Scientifica e Superstizioni Magiche

L’élite globale ha ormai raggiunto livelli di sofisticazione tecnologica così alti che qualsiasi genocidio o catastrofe da essa fabbricata potrà essere fatta passare come il frutto di un disastro naturale. I nazisti e tutte le altre dittature del passato potevano al massimo nascondere i genocidi molto grossolanamente; inoltre non avevano certo i mezzi (nella storia conosciuta) per fabbricare catastrofi a livello globale. Leggendo l’articolo Le 10 principali teorie per uccelli e pesci morti, pubblicato dall’ottimo blog I Lupi di Einstein, ci rendiamo conto invece della complessità dell’attuale scenario globale e dei mezzi tecnologici attualmente in possesso dell’élite. La Dittatura Scientifica Globale è molto più sofisticata, ed è anche molto più “magica”. Infatti, l’élite dominante, attraverso l’opportuna divulgazione di un pensiero magico ingegnerizzato e adattato alla realtà globale, sarà poi capace di sviare i popoli dalla comprensione della reale natura dei genocidi e delle catastrofi fabbricate: essa potrà quindi benissimo attuare segretamente programmi di depopolazione globale divulgando nel contempo il mito che Gaia, la Madre Terra, si è rivoltata contro le anime impure, inquinatrici e aggrappate ai vecchi dogmi; queste anime impure, secondo Michio Kaku, sono gli uomini della Civiltà di Tipo 0 e vengono da lui etichettati come nuovi terroristi, aggrappati ai combustibili fossili. Secondo William E. Halal, professore emerito di scienze, tecnologia e innovazione alla George Washington University, l’opposizione al cambiamento, cioè la resistenza dei popoli ad abbracciare il Nuovo Ordine Mondiale, “potrebbe assumere la forma di un occasionale collasso ambientale, di guerre globali e terrorismo, o calamità ancora sconosciute, che forzeranno il passaggio alla coscienza globale“. Rileggiamo bene, non ce lo siamo certo sognato noi “complottisti”: Halal parla di “calamità ancora sconosciute, che forzeranno il passaggio alla coscienza globale“. James Lovelock, scienziato New Age, è uno degli esempi più lampanti di questo nuovo paradigma, dove la (pseudo)scienza si fonde con le superstizioni magiche.
James Lovelock
In un articolo che invito tutti a leggere Lovelock, la depopolazione, l’effetto serra e la geoingegneria citavo dati di fatto inconfutabili e dichiarazioni dello stesso Lovelock, tra cui:

“Gaia – la Terra che vive – è ormai anziana e non ha più la capacità di recupero che possedeva due miliardi di anni fa. Ancora tenta di lottare contro l’ineluttabile incremento del calore solare cercando di mantenere la temperatura della Terra fresca a sufficienza per la miriade di forme di vita che la abitano. Ma, giusto per darle un po di filo da torcere, una di queste forme di vita, gli esseri umani – quei litigiosi animali tribali sempre pervasi da sogni di conquista – hanno pensato bene di assoggettare la Terra solo per il proprio tornaconto. Con inaudita insolenza, si sono accaparrati le riserve di carbonio che Gaia aveva sepolto (al preciso scopo di mantenere l’ossigeno al giusto livello), e le hanno bruciate. così facendo, hanno usurpato l’autorità di Gaia contrastando il suo sforzo inesausto di mantenere il pianeta adatto alla vita: quegli esseri umani pensavano infatti solo alla loro comodità e alla loro convenienza”
Credo che valga la pena prendere in esame soluzioni come quella dell’immissione di aerosol di zolfo nella stratosfera per riflettere parte del calore solare verso lo spazio, per poter raffreddare il pianeta.

Quindi, secondo Lovelock, l’uomo è un “litigioso animale tribale sempre pervaso da sogni di conquista” che ha “usurpato l’autorità di Gaia“, la quale si rivolterà contro questa cattiva creatura a meno che, attraverso riti e sacrifici (dittatura globale, razionamento di energia, cibo e viaggi e drastica riduzione della popolazione), non si plachi la sua ira; nel frattempo però è meglio agire prontamente con l’immissione di aerosol di zolfo nella stratosfera che probabilmente manderà “in un altro piano di esistenza” le anime peccatrici e inquinatrici che non ne vorranno sapere di lasciare questa Terra di loro spontanea volontà.

Le frasi di Lovelock, interpretate nella giusta maniera, sono molto esplicite; ma non è così per la maggior parte delle persone, le quali assorbono questo pensiero magico-superstizioso come una Verità della Scienza. Quella di Lovelock è pura mitologia superstiziosa. Siamo quindi di fronte ad un’élite scientificamente e tecnologicamente avanzata la quale divulga e sfrutta le pratiche magiche New Age, al fine raggiungere il controllo totale dell’esperienza umana. In fondo, la versione di Gaia divulgata dai globalisti è solo un nuovo tipo di superstizione che ci porterà ad avere terrore della Madre Terra e a fare, come già detto, riti magici e sacrifici per non farla adirare.

La Stampa 30/03/2010: Lovelock annuncia che l’uomo è troppo stupido e occorre sospendere la democrazia

Nell’introduzione all’articolo Climategate, un anno dopo avevo affermato:

A differenza dei passati millenni dove a dominare era una casta sacerdotale che si diceva depositaria della verità e dell’infallibilità, adesso i nuovi oracoli infallibili sono gli scienziati appartenenti a istituti dai nomi altisonanti come l’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC); questi istituti si auto innalzano come i depositari della conoscenza ultima e chi dissente da loro viene tacciato di eresia e condannato. I rapporti pubblicati da questa istituzione sono le nuove Bibbie dogmatiche scritte in un linguaggio tecnicistico incomprensibile ai più, come le Bibbia cristiana era un tempo inaccessibile al popolo analfabeta. Seguendo l’imprinting della religione, il nuovo “peccato originale” annunciato in queste Bibbie è la CO2, che ogni uomo, fin dalla sua nascita, produce “inquinando” Gaia, la Madre Terra. Il fuoco dell’Inferno si tramuta così nelle fiamme del catastrofico Riscaldamento Globale causato dai “peccatori” che producono CO2. Come i sacerdoti iniziati, gli scienziati-stregoni divulgano una conoscenza “essoterica” alle masse per controllarle, ma possiedono una conoscenza “esoterica” interna a loro che svela il reale significato delle cose. Nel caso del riscaldamento globale la conoscenza “essoterica” è quella della favola della natura antropica del riscaldamento globale, con apparente unanimità nei pareri e nelle ricerche; la conoscenza “esoterica” invece è il fatto che tutto ciò è una balla di proporzioni galattiche, dove l’unanimità dei pareri sul riscaldamento globale di origine antropica non esiste e dove l’IPCC ha truccato palesemente i dati per dimostrare il falso; ma ciò alle masse non si deve dire perché la favola del riscaldamento globale serve ai piani di dominio dell’élite.”

Una cosa da chiarire è questa: qui non si sta difendendo assolutamente nessuna religione tradizionale. Anche se ciò potrà dispiacere a qualche credente tradizionale io penso che la spiritualità umana sia stata sempre manipolata da un gruppo di élite per dominare la gran massa della popolazione. Nell’epoca Globalizzata le religioni tradizionali e il loro potere di controllo sociale sono però diventate degli arnesi vecchi e usurati che non servono più; adesso sono necessarie altre superstizioni con caratteristiche globali, e i nuovi culti New Age sincretici devono unire tutta l’umanità all’interno dei contorni della moderna Dittatura Scientifica. Molte persone che giustamente si sono rifiutate di abbracciare una religione tradizionale sono cascate però in questa falsa alternativa ed è necessario che ne diventino consapevoli. La New Age è funzionale ai piani di dominio dell’elite globalizzata. Non fidatevi. Mentre assistiamo al lavaggio del cervello dei nuovi culti sincretici gli scienziati dell’elite stanno però anche lavorando incessantemente per controllare la nostra mente in modo preciso e scientifico; leggete l’articolo di Nicholas West dal titolo 10 Metodi Moderni di Controllo Mentale; alla fine egli afferma:

“E’ in corso uno sforzo concentrato per prevedere e gestire il comportamento umano in modo che gli scienziati sociali e l’élite dittatoriale possano essere in grado di controllare le masse e proteggersi dalle ricadute di un’umanità libera completamente risvegliata. Solo risvegliandoci ai loro tentativi di metterci a dormire noi abbiamo una possibilità di preservare il nostro libero arbitrio.”

Ottimisticamente si può dire che se ci renderemo conto massivamente di queste manipolazioni, loro non riusciranno a portarle a termine. Concludo con le parole di Gavin Marshall: “La nostra speranza è la loro paura, e la nostra paura più grande è la loro unica speranza.

FONTE:http://francesco-word.blogspot.com/2011/01/dittatura-scientifica-e-superstizioni.html