Greci: rivolta e fuga dalle banche in atto

Number of View: 847

Questa volta neppure i media mainstream sono riusciti ad oscurare completamente il dramma che si sta consumando in Grecia.

Rischiocalcolato 1 giugno 16:51
Per informazioni visita il sito: rischiocalcolato.itRischio Calcolato segue con estrema attenzione (a rischio di annoiare) quello che succede in Grecia . La Grecia è il laboratorio di quello che accadrà (anzi che stà già accadendo) in molti paesi europei, Italia compresa, quando i tagli al bilancio decisi nel 2010 si tradurranno in minori servizi, aumenti delle tasse, licenziamenti e tagli agli stipendi pubblici.

Questa volta neppure i media mainstream sono riusciti ad oscurare completamente il dramma che si sta consumando in Grecia. Il Tg2 si è perfino spinto ad ipotizzare il ritorno alla Dracma (si dice che la giornalista che ha nominato la parola proibita sia stata crocifissa in sala mensa da un gruppo di banchieri inferociti………) tra le soluzioni effettivamente sul tavolo del governo.
Quello che i telegiornali (e la stampa) non vi hanno ancora detto è che nelle ultime 72 ore l’intera penisola è in rivolta e alla fine è partita la “corsa alle banche” anzi ai bancomat per ritirare tutti gli euro possibili prima che il sistema collassi.
In realtà la fuga di capitali dalla penisola ellenica era già in atto ma in meniera blanda.
In due singoli giorni sono stati ritirati 1,5 miliardi di euro dalle banche Greche, una cifra enorme paragonata ai 2/4 miliardi di euro al mese che erano la “normalità” Greca.

FONTE:http://www.trend-online.com/irs/grecia-rivolta/