Greenpeace maiale alimentato Brave New World

Number of View: 2601

Greenpeace’s pork-fueled Brave New World

December 1, 2011

By Steve Aplin

Finally Greenpeace has found a solution to the problem of unreliable wind generation: pork. The world’s biggest and richest “environmental” multi-national has long been criticized for pushing a methane-based electricity future. Most methane comes in the form of natural gas, which is of course a carbon-heavy fossil fuel. Natural gas-fired power plants are necessary for balancing unreliable wind power. Wind is therefore the Trojan Horse PR device that Greenpeace and other phony green groups have used in their drive to rid the world of nuclear energy.

Yes, Greenpeace would rather we burn more fossil fuels than use the cleanest and safest energy source on the planet.

But natural gas is not the only source of methane out there. Another major source is livestock manure, which produces methane when it rots. Technology for capturing methane from manure has been around for a long time. Anaerobic digesters are bio-reactors that hasten and control the process.

The German village of Feldheim, population 145, has become famous for weaning itself off the electricity grid through a combination of wind, solar, and manure methane. For this reason, Greenpeace’s Japan subsidiary has glommed onto Feldheim as a model of how Japan could get itself off nuclear energy, apropos of the March earthquake and tsunami that led to meltdowns at the Fukushima plant. Greenpeace Japan therefore organized a tour of Feldheim for some Fukushima residents to show how it’s done.

Finally, Greenpeace can push a methane-based solution to climate change without being vulnerable to charges of blatant hypocrisy.

So—there’s the future. Japan just needs to cover itself with windmills, solar panels, and millions and millions of pigs.

And if for whatever reason that proves impractical, there’s always liquefied natural gas (LNG) from the Middle East. Everybody knows that LNG regasification terminals are immune to earthquakes. Here’s some video of how the Chiba refinery east of Tokyo handled the earthquake on March 11:

It only took a couple of weeks before they could put that fire out. Who knows how many people were burned to death when the refinery exploded during the quake. Lucky for those who prefer fossil fuels to nuclear, the world’s media, encouraged by multinationals like Greenpeace, couldn’t have cared less. They were fixated on the Fukushima nuclear plant—which, 417 days after the meltdowns, still hasn’t killed a single soul.

I’m guessing an LNG terminal would behave similarly after a major quake. Only the fire would be bigger.

There is no escape. If you are anti-nuclear, you are pro natural gas.

FONTE: http://canadianenergyissues.com/2011/12/01/greenpeace%E2%80%99s-pork-fueled-brave-new-world/

/————/

Tradotto con Google.

/——–/

Greenpeace maiale alimentato Brave New World

 1 DICEMBRE 2011

 Con Steve Aplin

 Infine, Greenpeace ha trovato una soluzione al problema della generazione eolica inaffidabili: carne di maiale.  Il mondo più grande e ricco “ambientale” multi-nazionale è stata a lungo criticata per spingere a metano-based futuro dell’energia elettrica.  La maggior parte metano si presenta sotto forma di gas naturale, che è ovviamente un carbonio-pesante combustibile fossile.  A gas naturale delle centrali termoelettriche sono necessari per bilanciare il potere del vento inaffidabile.  Il vento è dunque il dispositivo di Trojan Horse PR che Greenpeace e altri gruppi falsi verdi hanno usato nei loro sforzi per liberare il mondo di energia nucleare.

 Sì, Greenpeace piuttosto che bruciare combustibili fossili più che utilizzano la fonte energetica più pulita e più sicura del pianeta.

 Ma il gas naturale non è l’unica fonte di metano là fuori.  Un’altra fonte importante è effluenti di allevamento, che produce metano quando marcisce.  La tecnologia per l’acquisizione di metano dal letame è stato intorno per un lungo periodo. digestori anaerobici sono bio-reattori che accelerano e controllare il processo.

 Il villaggio tedesco di Feldheim, popolazione 145, è diventata famosa per lo svezzamento si spegne la rete elettrica attraverso una combinazione di energia eolica, solare e metano letame .  Per questo motivo, la controllata giapponese Greenpeace ha glommed su Feldheim come un modello di come il Giappone poteva scendere l’energia nucleare, a proposito del terremoto di marzo e lo tsunami che ha portato a crolli presso l’impianto di Fukushima.  Greenpeace Giappone, pertanto organizzato un tour di Feldheim per alcuni residenti Fukushima per mostrare come si fa.

 Infine, Greenpeace può spingere a metano-based soluzione al cambiamento climatico senza essere vulnerabili alle accuse di ipocrisia palese.

 So-c’è il futuro.  Il Giappone ha bisogno solo per coprire se stesso con mulini a vento, pannelli solari, e milioni e milioni di suini.

 E se per qualsiasi motivo che si rivela impraticabile, c’è sempre il gas naturale liquefatto (GNL), dal Medio Oriente.  Tutti sanno che i terminali di rigassificazione di GNL sono immuni ai terremoti.  Ecco alcuni video di come la raffineria di Chiba a est di Tokyo ha gestito il terremoto del 11 marzo:

 Ci sono voluti solo un paio di settimane prima che potessero mettere quel fuoco fuori.  Chissà quante persone sono state bruciate a morte quando la raffineria è esplosa durante il terremoto.  Fortunatamente per coloro che preferiscono i combustibili fossili al nucleare, media di tutto il mondo, incoraggiato da multinazionali come Greenpeace, non poteva fregare di meno.  Sono stati fissati sulla centrale nucleare di Fukushima, che, 417 giorni dopo i crolli, ancora non ha ucciso una sola anima.

 Sto indovinando un terminale GNL si comporterebbe allo stesso modo dopo un terremoto importante.  Solo il fuoco sarebbe più grande.

 Non c’è scampo.  Se siete anti-nucleare, si è pro gas naturale.

1/5/2012 Fonte:
http://translate.googleusercontent.com/translate_c?hl=it&langpair=en%7Cit&rurl=translate.google.it&twu=1&u=http://canadianenergyissues.com/2011/12/01/greenpeace%25E2%2580%2599s-pork-fueled-brave-new-world/&usg=ALkJrhgZLMiEebSPCk8hp60JLFNvREXazQ