Il Prof. Bardi ed i Diversamente Encefalizzati…

Number of View: 1733

19 luglio 2011
Non è la prima volta che “l’Illustrissimo Professore“ suole definire chi non la pensa come il pensiero dominante dell’AGW con epitoti a dir poco coloriti…

Le ultime perle di saggezza sono racchiuse in questo suo ultimo illuminante articolo:

http://ugobardi.blogspot.com/2011/07/unaltra-tegola-che-ci-casca-sulla-testa.html

Riporto testuale:

L’effetto cumulativo del riscaldamento è chiarissimo dalla perdita di ghiaccio in Groenlandia. La tendenza è chiara anche per le temperature atmosferiche, ma negli ultimi 10 anni, circa, l’aumento è stato meno rapido. Questo andamento è stato interpretato da parte di vari diversamente esperti di clima come “prova” che il riscaldamento globale non esiste. Adesso, un recente studio spiega le ragioni del rallentamento e ci fa vedere come siamo in guai ancora peggiori di come potevamo pensare di essere.

Ed ancora:

“Ormai, le tegole climatiche sulla testa ci arrivano tutti i giorni o quasi: dall’esplosione del numero delle meduse nei mari (che hanno anche bloccato delle centrali nucleari) agli eventi meteorologici estremi: incendi, alluvioni, tempeste di sabbia e varie.

L’ultima tegola che ci casca sulla testa è quella riportata in un lavoro recente pubblicato sul PNAS che descrive come le emissioni di particolato di zolfo generate dalla combustione del carbone in Cina, abbiano parzialmente schermto la radiazione solare e quindi rallentato la crescita delle temperature terrestri negli ultimi 10 anni o giù di li.

Ora, lo so che ci sono persone diversamente encefalizzate, là fuori, che hanno preso questa cosa come una conferma che “il riscaldamento globale si è fermato” e quindi come occasione di gioire. Ahimè, cari diversamente dotati di tessuto neuronale, rendetevi conto che non è decisamente il caso di gioire. Questo studio conferma in pieno tutto quello che sappiamo del riscaldamento globale e ci dice che l’effetto del CO2 come gas serra potrebbe essere anche più forte di quanto non si pensi.”

A primo acchito vi devo confidare che mi è pure scappato un sorriso, ammetto che l’ironia sarcastica del Bardi può essere contagiosa…poi ripensandoci bene, mi sono sentito basito…

Ho pensato all’ Università, a quanti studenti paghino fior fiori di tasse per poter prendere uno straccio di laurea che il più delle volte non consente loro di lavorare…ho pensato alla mia Magnifica Università degli Studi di Bologna, Facoltà di Medicina e Chirurgia, e a quanti altri Professori Bardi ci sarnno sparsi un pò ovunque…a quanti figli dei Baroni che appena laureati entrano in specialità scavalcando chi lo merita più di loro!

Poi ho pensato alla storia della scienza, e a quanti scienziati sono stati eticchettati come eretici semplicemente perchè la pensavano diversamente dal dogma ufficiale.

E mi sono ricordato che molte delle grandi scoperte che l’uomo ha fatto nel corso della sua storia sono state possibili proprio grazie a questi eretici!

Quanti geni sono stati bistrattati dai cosidetti portatori di verità assoluta?

Ciechi, avidi, incollati alle proprie cattedre, mentre il mondo andava avanti, loro sapevano solo distruggere chi osava contraddire la loro unica fede!

Siamo proprio messi male se siamo costretti pure a pagare delle tasse (salate) per mandare i nostri figli a studiare in queste Università, dove un docente si permette di definire come diversamente encefalizzati chi semplicemente si permette di non credere, di porsi delle domande, di ricercare altre cause.

Arrivati a questo punto, io NON CI STO!

Io dico no alle lobby della compravendita delle quote di CO2, io dico no al Climate Gate (anzi me ne vergogno assai!), io dico no a questi professori che in nome di un dogma fideistico si permottono di insultare ed infamare altri scienziati…io dico no al Narcisistico pensiero di sentirsi i fautori della Verità assoluta, nascosti dietro una Cattedra che il più delle volte manco si meritano!

Carissimo Prof Bardi, un consiglio (e qui prendo spunto da un nostro utente):

la prossima volta che scrive un articolo, si sciacqui la bocca, proprio Lei che dovrebbe essere d’esempio, anzi caro Professore, si compri un bel Aspiratore, per eliminare tutta questa CO2 che evidentemente non fa molto bene al suo cervello diversamente dotato…

Simon

FONTE: http://daltonsminima.altervista.org/?p=15212